Mogol compie 80 anni: auguri al paroliere delle emozioni

Mogol compie 80 anni: auguri al paroliere delle emozioni

Un lavoro tanto difficile quanto desueto e affascinante: paroliere.

Giulio Rapetti Mogol compie 80 anni oggi, 17 agosto 2016. Basta il solo nome per evocare note, parole, frasi che una volta ascoltate in musica difficilmente escono dalla mente.

Protagonista indiscusso del mondo artistico musicale italico prende parte anche all'atto della fondazione della Nazionale Italiana Cantanti, ma non solo, lavora anche nella letteratura musicale teorica, occupandosi del settore "Teorie della Comunicazione" grazie a rapporti benevoli e costruttivi con gli editori, tra i quali nominiamo ad esempio Caterina Caselli, produttrice di successi artistici come Elisa, famosa in tutto il mondo, ma anche non lasciandosi trascinare dalle logiche del gossip, quindi relazionandosi agli altri parolieri della musica italiana, come ad esempio Gianni Boncompagni. E arriva quasi alla poesia.

Come festeggiare Mogol, che compie 80 anni il 17 agosto? Dall'incontro con Battisti al rapporto con Dylan al Progressive, è il più celebre giocoliere delle parore della canzone italiana. Il Paradiso, Sono bugiarda, Sognando la California, Senza luce, Io ho in mente te, 29 settembre, A Chi, Ma che colpa abbiamo noi, E la pioggia che va, La spada nel cuore, Riderà, Se piangi se ridi, Una lacrima sul viso. Fu Mogol a convincere Battisti a cantare le proprie canzoni, vincendo le resistenze della discografia che riteneva quella voce così insolita poco adatta.

"Ti telefono se vuoi" per farti gli auguri, e sicuramente "quattro amici troverò" ed anche "dieci ragazze per te posson bastare" per intonare "un canto libero" che si innalzerà "ogni mattina, ed ogni sera, ed ogni notte" nei giorni a venire per festeggiarti.