Minori 'portoghesi' , botte a capotreno e sassi contro vagone a Napoli

Minori 'portoghesi' , botte a capotreno e sassi contro vagone a Napoli

E' un capotreno della linea Cumana, che collega il centro storico di Napoli con l'area flegrea, il protagonista dell'ennesimo episodio di violenza tra i binari in Campania. Stavolta è toccato ad un convoglio della Cumana. I carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli hanno colto in flagranza di reato i due ragazzini (un 16enne e un 15enne) entrambi residenti a Napoli.

L'atteggiamento della baby gang è diventato più nervoso. L'uomo, sulla cinquantina, ha fermato i due ragazzi, di 15 e 16 anni, alla stazione di Agnano. Uno di essi ha raccolto una pietra lanciandola contro la cabina di guida, proprio mentre il treno riprendeva la marcia, frantumando il vetro. In zona transitava una pattuglia di carabinieri che è intervenuta fermando due aggressori, mentre gli altri riuscivano a dileguarsi. Il treno è dovuto rientrare nel deposito e i tecnici stanno operando per renderlo nuovamente disponibile alla circolazione.