Milano, Alessandra Covezzi stroncata da meningite fulminante

Meningite fulminante. Questa la causa della morte della giovane Alessandra Covessi, una studentessa ferrarese di appena 24 anni, iscritta alla facoltà di chimica industriale dell'Università Statale di Milano. Le sue condizioni erano già gravissime e dopo un paio d'ore è morta. Finora sono una sessantina le persone a rischio individuate dall'Ats Metropolitana; saranno sottoposte alla procedura standard per evitare che si ripetano altri episodi. Andrebbe fatta entro l'anno di vita, quando c' il maggiore rischio di infezione, ma spesso anche per motivi di tempo, o di scelte dei genitori, viene scartata.

È stata stroncata da una meningite fulminante, una sepsi da meningococco di gruppo C, Alessandra Covezzi, studentessa 24enne milanese, originaria di Ferrara, che martedì si è sentita male e nel giro di poche ore è spirata all'ospedale Fatebenefratelli, dove l'ambulanza l'aveva trasportata d'urgenza.

Per questo tipo di infezione, che è un tipo molto aggressivo di meningite, la vaccinazione è l'unica speranza: per chi non ha fatto la profilassi, spiega ancora il medico, la malattia è praticamente sempre fatale. La comunità medica, in proposito, ha ricordato l'importanza dei vaccini.

Immediatamente sono scattate le indagini per risalire ad amici, colleghi universitari e di tutte le persone che sono entrate in contatto con lei nei giorni immediatamente precedenti. Per portare a termine le operazioni di profilassi, che adesso prevedono un periodo di osservazione di una decina di giorni per le persone a cui sono stati somministrati gli antibiotici, è stata necessaria la collaborazione tra le Ats di diverse province. "La ragazza non aveva frequentato locali pubblici come bar o discoteche, come era accaduto nel caso del ballerino milanese a gennaio, quindi non è stato necessario diramare un'allerta pubblica". L'appello rivolto dunque anche agli adulti è a vaccinarsi: "Dopo i 18 anni - osserva Ciconali - ognino deve pensare alla propria salute e valutare l'opportunità di sottoporsi al vaccino".

Una fatalit ha portato via Alessandra.