Maranello, vertice Italia-Germania: il premier Renzi accoglie la cancelliera Merkel

Maranello, vertice Italia-Germania: il premier Renzi accoglie la cancelliera Merkel

Sono questi i temi principali emersi al termine del vertice italo-tedesco a Maranello. La cancelliera tedesca Angela Merkel è giunta nel pomeriggio di oggi a Maranello (Modena) ed è stata accolta dal premier Matteo Renzi. La Merkel si è complimentata con l'Italia per i progressi nella registrazione dei migranti soccorsi nel Mediterraneo e sbarcati in Italia. "Dobbiamo tenere conto degli aspetti umanitari ma chi non ha diritto deve tornare a casa". L'Italia continuera' a salvare vite umane ma ci sono dei limiti.

Migranti - Lavorare insieme, a livello europeo, ai rimpatri perché non è pensabile accogliere tutti.

"Abbiamo un mondo che corre là fuori, l'Europa deve essere in grado di fare altrettanto". Il premier ha Renzi ha invece fatto sapere che la Ferrari metterà all'asta una delle sue auto e devolverà il ricavato per la ricostruzione. Un modo per porre sul tappeto del confronto con la Commissione i costi dell'emergenza, della ricostruzione e della messa in sicurezza delle zone a rischio che, calcolatrice alla mano, potrebbero ammontare a 3-4 miliardi l'anno per vent'anni. "Come governo daremo un contributo". Il tutto sotto gli sguardi dei rappresentanti di polizia, protezione civile, vigili del fuoco, soccorso alpino della guardia di finanza, guardie forestali, croce rossa e tutti gli altri corpi che si sono distinti durante i primi giorni successivi al terremoto nel centro Italia. "La Germania è il partner privilegiato del nostro export in quanto economia più forte del continente". Abbiamo un interesse comune a collaborare, anche sui rimpatri. "È un problema che ha anche l'Italia, come la Germania", continua la cancelliera. Fra Roma e Berlino, ha proseguito, "le consultazioni sono più intense", e "la stabilità del governo" guidato da Renzi ha implicato "anche la stabilità dei rapporti" italo-tedeschi.