Macedonia, morti per le piogge

Macedonia, morti per le piogge

Una violenta ondata di maltempo ha colpito la zona di Skopje, capitale della Macedonia, provocando almeno venti morti. Il conto dei cadaveri fatto questa mattina potrebbe però peggiorare: i soccorritori stanno ancora cercando eventuali vittime. Le cifre sono confermate da un portavoce della polizia che riferisce anche di 6 persone date per disperse e di un centinaio di feriti.

Secondo fonti di polizia, inoltre, 22 persone sono state ricoverate in ospedale a causa di infortuni riportati durante le inondazioni. Le autorità locali parlano di una "catastrofe" senza precedenti. Tra le vittime, anche un bambino di 8 anni, ma le identità dei corpi senza vita devono essere ancora verificate. Sono molti anche i danni materiali causati dalle precipitazioni: le automobili sono state letteralmente sommerse dall'acqua e la tangenziale che circonda la città è stata allagata e danneggiata dall'alluvione e dal forte vento.

Nella zona di Skopje durante la notte scorsa sono caduti 93 litri d'acqua per metro quadrato e nelle prime due ore di tempesta sono stati registrati più di 800 fulmini.