La sosia della Boldrini è la bambola gonfiabile

"Le donne mi dicono che sono più magro rispetto a quando vado in televisione: ma se me lo dicono gli uomini mi preoccupo".

In realtà, all'apparire sul palco di un simpatizzante con una bambola di plastica (più simile ad un palloncino per bambini che non ad uno strumento di piacere, come lo hanno interpretato a sinistra), il "Capitano" aveva celiato: "C'è una sosia della Boldrini, qua sul podio".

Era accaduto sabato sera nel corso di un comizio della Lega Nord a Soncino (Cremona): mentre Matteo Salvini parlava, sul palco è comparsa una bambola gonfiabile.

"Le donne non sono bambole e la lotta politica si fa con gli argomenti, per chi ne ha". Immediata la polemica politica. La Boldrini posta il video sul suo profilo Facebook e scrive: "Le donne non sono bambole, il video si commenta da solo". Poi, a Sky TG24, argomenta: "Non chiedo scusa alla Boldrini, è lei che dovrebbe chiedere scusa agli italiani perché lei è la prima razzista nei confronti degli italiani". "E' la risposta alle polemiche del segretario della Lega Nord Matteo Salvini". E rincara la dose, sottolineando che in Italia, "dove sbarcano 1.500 clandestini al giorno", il problema non è certo "Salvini e una bambola". Io non distinguo gli esseri umani nè i politici fra uomini e donne, distinguo le persone per bene e le persone per male. Un leader politico, non può continuamente essere al centro di questo tipo di notizie, non può dire determinate cose, così facendo non fa altro che renderci sempre più convinti della sua mediocrità politica. "La Boldrini è donna, potrebbe essere uomo, potrebbe essere Superman o l'Uomo Ragno, non è in grado di gestire la Camera e come politico non rappresenta gli Italiani". "Solidarietà a Laura Boldrini" ha twittato la Madia. La frase non è giustificabile in alcun modo. Per Maria Elena Boschi si tratta di "una squallida esibizione di sessismo". Da Salvini battutacce di cattivo gusto e passa automaticamente dalla parte del torto. "Non so se sia già stata esibita.". Così ha detto Matteo Salvini a un comizio a Soncino, provincia di Cremona, indicando in realtà una bambola gonfiabile abbigliata con un vestito a motivi etnici.