Justin Bieber si rifiuta di cantare per Donald Trump

Justin Bieber si rifiuta di cantare per Donald Trump

Tra sole e mare, Justin Bieber sta cercando di ricaricare le pile per affrontare una fine 2016 tanto impegnativa (ma sicuramente allo stesso tempo molto soddisfacente) quanto lo è stato l'inizio. D'altronde, per celebrare l'inattesa metamorfosi, ci sarebbero ben cinque milioni di motivi, tanti quanti i dollari rifiutati da Justin Bieber pur di non esibirsi alla recente convention repubblicana di Cleveland.

Il rifiuto di Bieber non è una comunque una novità per Donald Trump, che negli ultimi tempi avrebbe ricevuto numerosi dinieghi e anche qualche diffida. Quindi, è chiaro che l'artista non ha rifiutato di testa propria, qualunque ne sia stata la causa.

Il sito americano che per primo ha riportato la notizia, ha affermato infatti che Bieber avrebbe accettato e che avrebbe persino delle simpatie repubblicane, ma che il manager si sarebbe messo di mezzo per evitare che sul suo pupillo potesse pesare l'immagine della star politicizzata.

Bieber preferisce non sbilanciarsi a favore di uno o dell'altro candidato, e tenersi lontano dalla politica. E questo per ora gli basta.