Istat, deflazione ferma ad agosto, -0,1%

Istat, deflazione ferma ad agosto, -0,1%

Gli analisti si aspettavano un aumento mensile dello 0,3% e un'inflazione pressoché stabile su base annua.

Secondo quanto comunicato dall'ISTAT, nel mese di agosto, sono le stime preliminari, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,2% su base mensile e una diminuzione dello 0,1% su base annua facendo registrare lo stesso tasso tendenziale di luglio. Da un lato, infatti, si è attenuato il calo tendenziale dei prezzi degli energetici non regolamentati (da -8,0% di luglio a -7,0%) ed è accelerata la crescita di quelli degli alimentari non lavorati (da +1,5% del mese precedente a +2,4%). Sono in diminuzione i prezzi di Abbigliamento e calzature, Mobili, articoli e servizi per la casa e Servizi ricettivi e di ristorazione (-0,1% per tutte e tre le divisioni di spesa). I rincari piu' significativi si segnalano per pesci e prodotti ittici (+4,6%), frutta (+4,2%), biglietti aerei (+19,7%) e marittimi (+16%), pacchetti vacanza (+10,3%) e servizi di alloggi (+3,4%), cui si aggiunge la voce "gioielleria e orologeria" (+1,2%).

La morsa della deflazione tende a ridursi: in aprile segnava -0,5% ma, alla fine, il trend debole dei prezzi segue una domanda di beni di consumo che non vuole ripartire nono stante gli stimoli fiscali e listini freddi sia per i beni di base che per quelli durevoli.

L'aumento mensile dell'indice generale dei prezzi al consumo è principalmente ascrivibile agli aumenti congiunturali dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti (+2,2%), degli alimentari non lavorati (+0,9%) e dei servizi ricreativi e per la cura della persona (+0,4%). Chi è andato in ferie ad agosto si è trovato, anche quest'anno, a pagare un conto ben più salato di chi è partito il mese prima: gli aerei sono costati il 19,7% in più rispetto a luglio, i traghetti il 16,4% in più e anche i treni si sono rivelati leggermente più cari (+0,2%). L'inflazione acquisita per il 2016 è pari a zero, dal -0,1% di luglio. Al netto dei soli beni energetici l'inflazione è pari a +0,6%. Nessuna crescita, come si legge sul report Istat, per i prezzi dei Servizi relativi ai trasporti sempre a + 0,7%.