Inter, Cristian Ansaldi infortunato non diserta la conferenza stampa

Inter, Cristian Ansaldi infortunato non diserta la conferenza stampa

Oggi è toccato a Ansaldi e domani tocca a Ever Banega. Con De Boer cambierà molto il nostro gioco, gli piace giocare con contrattacco e recupero, poi vedremo.

Neanche il tempo di arrivare sulla panchina dell'Inter, che Frank de Boer deve già fare i conti col primo infortunato. Ho scelto l'Inter anche rispetto alla Roma perché ho sempre ammirato questo club sin da piccolo e la telefonata con Ausilio e Zanetti per me è stata decisiva.

Nel corso della sua conferenza stampa di presentazione, in programma subito dopo l'allenamento, il giocatore si è comunque detto ottimista e speranzoso sul fatto che non sia nulla di particolarmente grave anche se dalle prime indiscrezioni pare molto improbabile che possa scendere in campo prima della sosta per le Nazionali di inizio settembre.

Ci chiede di tenere sempre la pressione sui portatori di palla e di essere rapidi nel rilanciare l'azione.

Vi siete adattati al cambio di tecnico? Forse al club serviva un cambio visti i risultati, l'atmosfera chiedeva un cambiamento. Spero che adesso le cose vadano bene.

A volte non è questione di grandi nomi per fare grande una squadra. "Noi abbiamo in mente l'Inter che ha sempre lottato per campionato e Champions e faremo lo stesso". Un gruppo di persone vincenti che ora si arricchisce di un altro cavallo di razza. Rincorreremo gli obiettivi che abbiamo e poi vedremo. Inevitabili le domande sul suo capitano Mauro Icardi. Ruolo preferito? Non ho preferenze, nella mia carriera ho giocato sia a destra che a sinistra.