Intel annuncia Project Alloy, un visore con supporto a Windows Holographic

Intel annuncia Project Alloy, un visore con supporto a Windows Holographic

Presto detto! Il visore viene definito un merged reality dato che presenta delle fotocamere RealSense in grado di rilevare il movimento delle dita delle mani, ciò consente all'indossatore di interagire con il mondo virtuale ricreato grazie ad un apposito software brevettato da Intel stessa.

Il nuovo visore Intel, infatti, il Project Alloy, non ha fili né controller e fornisce una realtà mista, attraverso ologrammi che sono assolutamente reali benché impalpabili. L'idea dell'azienda statunitense per il futuro della VR è di mescolarla con le immagini vere, dando vita alla "realtà fusa" - come l'ha definita l'amministratore delegato di Intel, Brian Krzanich durante l'Intel Developer Forum in corso a San Francisco - permettendoci quindi di relazionarci con il mondo esterno mentre indossiamo gli occhiali.

Intel annuncia Project Alloy, un visore con supporto a Windows Holographic
Intel annuncia Project Alloy, un visore con supporto a Windows Holographic

Alloy è il primo visore "all in one", ha all'interno sia il computer sia il processore grafico per poter gestire il rendering VR degli ambienti, e dispone di camere Realsense per poter mappare in tempo reale l'ambiente circostante e per usare le proprie mani come dispositivi di input e interazione. A ben guardare, Project Alloy è complementare a Hololens: non c'è diretta sovrapposizione, visto che per ora il prodotto Microsoft è destinato principalmente all'utenza business, mentre Intel sembra più interessata al lato consumer. Inoltre Alloy ha sei gradi di libertà: non si è fermi e bloccati al centro dell'unico punto di vista possibile, ma ci si può muovere nell'ambiente virtuale liberamente e senza limitazioni particolari. Il visore può anche utilizzare Windows Holographic (in arrivo nel 2017), l'interfaccia creata da Microsoft per la realtà aumentata. Il Vive permette di muoversi all'interno dei uno spazio limitato, una stanza che deve essere adibita alla realtà virtuale. Sarà interessante vedere la risposta dei competitor che potrebbero anche decidere di integrare le tecnologie di Intel nei propri prodotti.