Francia: obbligata a togliersi burkini a Nizza, polemiche

Francia: obbligata a togliersi burkini a Nizza, polemiche

È polemica in Francia dopo la pubblicazione online di alcune foto che ritrarrebbero un gruppo di poliziotti che, sulla spiaggia di Nizza, obbligano una donna con il burkini a toglierlo. Peraltro, quando è stata interpellata dalle Forze dell'Ordine, era mezza sdraiata sulla sabbia, probabilmente stava riposando.

Il Guardian riporta i dati dell'AFP: la donna, madre di due bambini, indossava una tunica, dei leggins e un velo a coprirle i capelli. A testimoniare l'accaduto ci sono diverse foto, che in queste ultime ore stanno surfando in rete, tuttavia non se ne conosce la reale provenienza. Molti hanno sollevato dubbi a riguardo della vicenda e sulla veridicità della scena immortalata nelle immagini, in ogni caso la notizia non ha certo contribuito a placare gli animi, già piuttosto agitati. Secondo il premier francese Manuel Valls, il burkini è "espressione di un'ideologia basata sull'asservimento della donna", quindi è "incompatibile con i valori della Francia e della Repubblica".

Nei giorni scorsi ha generato numerose polemiche in Francia e nel resto d'Europa.

A Nizza, come in altri comuni della costa francese, alcune recenti ordinanze hanno vietato l'ingresso in spiaggia "a chiunque non indossi una tenuta corretta, rispettosa delle buone maniere e della laicità, delle regole d'igiene e sicurezza della balneazione". "I simpatizzanti jihadisti sembrano sorpresi che la polizia municipale di Nizza faccia il lavoro di propaganda al posto loro". Per loro è una manna.