Fiorello, attacco contro gli spettacoli di beneficenza: Laura Pausini replica

Fiorello, attacco contro gli spettacoli di beneficenza: Laura Pausini replica

Una polemica nata ieri e sollevata da RosarioFiorello: lo showman, attraverso la pubblicazione di un video apparso sui social network, aveva espresso parole scettiche verso chi lucra con gli spettacolo di beneficenza organizzati in favore dei terremotati. Come precisa De Luca, "se io chiedo un generatore, la compagnia che me lo fornisce lo fa gratuitamente".

Laura Pausini risponde a Fiorello, che nei giorni scorsi si era scagliato contro gli spettacoli per raccogliere fondi per le popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto in Centro Italia. Spettacoli che si faranno pro terremoto bisogna stare attenti.

"Il gioco non vale la candela". In pochi giorni sono state messe in piedi le raccolte fondi e beni di prima necessità della Protezione Civile, le sottoscrizioni private lanciate da testate come Corriere della Sera e La7 o Il Fatto Quotidiano, ma anche le iniziative di singoli imprenditori, associazioni no profit, organizzazioni o artisti che stanno realizzando eventi benefici.

"Perché se io faccio uno spettacolo, organizzo uno spettacolo, poi per fare questo spettacolo devi spendere dei soldi, perché devi preparare il palco e quelli vogliono essere pagati, cioè che' devolvi?" In questi anni ho cercato di aggiornarvi con comunicazioni sui miei siti e chiedendo anche alla stampa di riportare in maniera più evidente i dati delle donazioni.

"Noi siamo persone serie e puntigliose, abbiamo seguito con attenzione e amore queste donazioni". Non ci siamo affidate a nessuno se non a noi stesse. Abbiamo costruito la succursale della scuola De Amicis così che gli studenti potessero rientrare al più presto a scuola. "Se chiedo un generatore, la compagnia che me lo fornisce lo fa gratuitamente". Fatte salve alcune posizioni gratuitamente populiste scatenate da queste dichiarazioni (del tipo "sono soltanto passerelle per farsi pubblicità"), le sue parole tranchant hanno portato l'attenzione su di un aspetto che di solito finisce nel dimenticatoio quando si spengono i riflettori sulla tragedia che li ha ispirati.

Dal dvd è arrivato ancora di più (un milione e 764 mila euro), usato per la foresteria dell'università, l'ultimazione della facoltà di scienze e per un progetto della San Vincenzo.

Ma non è tutto perché, dopo aver pubblicato questo messaggio, è seguito il Tweet di Rosario Fiorello in cui si legge: "Questo è un esempio di buona beneficenza".