F1, GP Belgio. Lewis Hamilton: "Sarò penalizzato, ma voglio vincere lo stesso"

F1, GP Belgio. Lewis Hamilton:

Una situazione insolita, un "mal comune mezzo gaudio" che potrebbe verificarsi se anche l'asturiano utilizzasse nuovi elementi alla power unit che è stata sostituita sulla propria McLaren, subendo di conseguenza una penalizzazione in griglia di partenza.

Benvenuti nel tempio della F1, o come piace ad alcuni definirla "l'università della F1", perché il circuito di Spa Francorchamps è a tutti gli effetti la "pista" per eccellenza, quella che in assoluto esalta pregi e difetti delle vetture e capacità e lacune dei piloti. "Al di là della penalità che potrei incassare dovrò proseguire su questo slancio che ho preso prima della pausa (4 vittorie negli ultimi 5 gran premi ndr)". Sarà dura recuperare, dipenderà anche dalla velocità degli avversari. Innanzitutto spero di andare in zona punti, poi vedremo in quale posizione mi ritroverò. Io darò il massimo. L'obiettivo è sempre vincere, ma sarà più dura perché il gap tra le auto si è ridotto.

Non si perde d'animo Lewis, che non attribuisce al team la colpa dei numerosi problemi di inizio stagione: "Se è giusto che io paghi per una colpa del team?" A spaventare tifosi e non solo ci ha pensato invece Magnussen col suo pauroso incidente, mentre a lasciare tutti senza parola ci ha pensato Verstappen col suo atteggiamento: "le Ferrari hanno distrutto la mia gara quindi poi non li ho lasciati passare".

Hamilton è carico, così come gli altri piloti. Con un Hamilton nelle "retrovie" lo spettacolo è assicurato.