Della Valle: su Rcs chiederò la verifica del rispetto delle regole

Della Valle: su Rcs chiederò la verifica del rispetto delle regole

Riunione lampo della Consob per esaminare l'esposto presentato dalla cordata di Imh sull'opas di Cairo su Rcs.La Commissione non ha ritenuto che allo stato ci siano motivi per sospendere l'offerta di Cairo.

All'offerta di Cairo Communication su Rcs "sono state portate in adesione (al netto delle revoche) 254.785.320 azioni Rcs, rappresentative del 48,82% del capitale sociale di Rcs e delle azioni ordinarie Rcs oggetto dell'Offerta". E' quanto spiega la Commissione nazionale per le società e la Borsa in una nota. La cordata Imh è composta da InvestIndustrial di Andrea Bonomi, Diego Della Valle, Mediobanca, Pirelli e UnipolSai. Il proprietario di Tod's, aveva annunciato in una nota di voler chiedere "a tutte le autorità competenti di essere rassicurato (...) sul fatto che tutto si sia svolto nel rispetto delle regole". "Mi auguro che venga analizzato ogni passaggio in modo vigile e dettagliatissimo e, vista l'imminenza delle scadenze della procedura in atto, con la necessaria rapidità".

L' Opas di Cairo su Rcs va avanti nonostante i tre esposti presentati alla Consob per chiederne la sospensione.

Questa mattina a Piazza Affari il titolo Rcs è sostanzialmente invariato a 0,898 euro, mentre Cairo Communication guadagna l'1,7%, a 4,09 euro. Al centro dell'atto dei soci di Rcs, usciti sconfitti dall'offerta di Urbano Cairo, ci sarebbe l'andamento e gli scambi sul titolo Rcs nei giorni immediatamente precedenti alla chiusura delle due offerte. La mattina del 21 luglio 2016 la International Media Holding ha portato anche a Francesco Greco, numero uno del tribunale milanese, l'esposto sull'Opas di Cairo.