Camionista ucciso, fermato lituano

Camionista ucciso, fermato lituano

Un uomo è stato fermato dalla Polizia di Piacenza con l'accusa di essere l'autore dell'omicidio di un camionista ucraino di 32 anni nel parcheggio di un autogrill sull'A1 all'altezza di Fiorenzuola.

L'identificazione è stata possibile dopo che il medico legale ha terminato i primi accertamenti sul cadavere. Poco prima di arrestarlo, nella cabina del suo tir gli agenti di polizia hanno trovato un coltello che potrebbe essere l'arma del delitto, visto che il 32enne era stato ritrovato a pochi passi dal suo camion, riverso in una pozza di sangue e con diverse ferite al petto. A quanto si apprende, il fermato e' un lituano, anche lui camionista.

L'uomo è stato trovato intorno alle 19.30 nel parcheggio dell'area di servizio Arda lungo l'autostrada A1 in direzione di Bologna, già morto, riverso in un lago di sangue nel piazzale, proprio davanti al mezzo: sul posto sono quindi intervenuti gli agenti della squadra mobile di Piacenza e la polizia scientifica, insieme al sostituto procuratore Roberto Fontana e ai carabinieri di Fiorenzuola. Si indaga a 360° gradi, non escludendo né una lite tra camionisti né un tentativo di rapina.