Bambina di tre anni colpita da un proiettile a Capua

Bambina di tre anni colpita da un proiettile a Capua

Torna la paura nel Casertano, dove una bimba di 3 anni è stata ferita da un colpo di pistola alla mano sinistra mentre si trovava con i propri genitori in un'auto in transito, nei pressi del cimitero di Capua.

La svolta nelle indagini è arrivata nella serata di lunedì, dopo intensi accertamenti svolti dai carabinieri, poco convinti da quanto avevano raccontato i genitori della bimba. Insieme a Biagio Capasso, accusato di aver premuto il grilletto, sono stati identificate altre due persone, un ragazzo ed una ragazza di Bellona, i quali risultano tuttavia irreperibili.

Il colpo che ha raggiunto la bimba è entrato nell'abitacolo attraverso il cofano posteriore della Mercedes Classe A a bordo della quale la piccola viaggiava (nella foto).

L'indagine è coordinata dai sostituti procuratori Vincenzo Quaranta e Valentino Battiloro della procura di Santa Maria Capua Vetere.

I genitori della piccola si sono diretti immediatamente all'ospedale Santa Maria Capua Vetere, terrorizzati dall'idea di perdere la loro bambina, per fortuna la pallottola ha colpito solo la mano della piccola che tra qualche giorno dovrebbe essere dimessa senza ulteriori conseguenze. La piccola è stata sottoposta a un'operazione.