Attraversa binari con cuffiette e muore travolta dal treno

Attraversa binari con cuffiette e muore travolta dal treno

La donna, originaria di Casablanca, stava attraversando i binari e non si è resa conto del sopraggiungere di due convogli. Siham Laaraichi, di origini marocchine, era una podista affermata. Le spese per il rientro - pari a circa 2300 euro - non possono essere sostenute dalla famiglia di Siham, che era venuta in Italia proprio per guadagnare con la corsa e aiutare i suoi parenti in Marocco. Era forte, lo sapeva, e così in Campania ha fatto del podismo il suo lavoro diventando una delle atlete più forti, soprattutto nei diecimila. E' riuscita ad evitare il primo, ma non il secondo che arrivava nella direzione opposta.

Ascoltava la musica con le cuffiette e non si è accorta che stava arrivando il treno. La sua prossima gara prevista per il prossimo 18 agosto come racconta il presidente della società podistica per cui era tesserata... Sul posto soccorritori e inquirenti hanno trovato la gamba a cinquanta metri dal corpo; il volto era completamente sfigurato.

Una campionessa, nello sport e nella vita, abituata a correre forte per arpionare sogni e rendere possibile l'impossibile, uccisa da una corsa ben più difficile da frenare.

Non è stato un Ferragosto felice chi aveva deciso ieri di lasciare a casa l'auto e viaggiare in treno sul percorso che passando per Cassino unisce Napoli a Roma.

Un incidente terribile e non è il primo caso.