Apocalisse nel Rietino, terremoto nella notte: 14 i morti

Apocalisse nel Rietino, terremoto nella notte: 14 i morti

Per chiunque volesse a dare un contributo economico alle popolazioni colpite dal sisma nel Centro Italia, il dipartimento nazionale della Protezione Civile ha attivato il numero solidale 45500 (per info si può consultare il sito del Dpc).

Quanto alla stima delle persone che, vive o morte, potrebbero essere ancora sotto le macerie, "non mi azzardo a fare questo tipo di numeri", ha risposto il capo della Protezione civile, Curcio, sottolineando anche che "è complicato rispondere perché in questo periodo dell'anno in questi comuni vi è un aumento della popolazione". Si continua a scavare nella speranza di trarre in salvo altre persone sorprese dal sisma. Danni anche ad Accumoli, dove si e' registrato l'epicentro della prima scossa, ma anche in Umbria (in particolare a Norcia) nelle Marche. Sono 1500 gli sfollati solo nelle Marche. Si fanno paragoni col sisma dell'Aquila, o con quello di Assisi.

Crollato l'Hotel Roma ad Amatrice Ad Amatrice è crollato anche lo storico Hotel Roma, nel centro storico della cittadina reatina. Le salme sono state depositate in due cortili.

La macchina delle operazioni si è mossa da tutta Italia, c'è stata qualche polemica iniziale sul ritardo nei soccorsi, poi rientrata.

Nei mesi freddi abitano meno di cinquemila persone nei tre paesi più colpiti. Piccole crepe si sono aperte nella struttura esterna del Duomo di Urbino, che è stato transennato. Sono 700 i vigili del fuoco al lavoro nell'area del cratere. Il ministero dei beni culturali ha allertato le sue unità di crisi. A Roma è rientrato dalla Sicilia il presidente Mattarella, a lui in una telefonata il presidente Usa Obama ha offerto 'aiuto e assistenza'. Oggi e domani bandiere a mezz'asta in segno di lutto sugli edifici pubblici.