Rcs: Consob, no sospensione cautelare opas Cairo

Cairo, nel frattempo, aveva comunicato i risultati definitivi dell'offerta su Rcs, con adesioni per il 48,82% del capitale, ribadendo di ritenere efficace l'operazione.

Procedono in rialzo sia Rcs (+0,67% a 0,9 euro) sia Cairo Communication (+0,7% a 4,05 euro) a Piazza Affari dopo la nota della Consob, che non ravvisa la presenza di presupposti per sospendere l'Opas di Cairo a seguito dell'esposto di Imh. Lo si legge in un comunicato della Commissione.

Come scrive oggi Mf, Diego della Valle, Pirelli e la cordata Imh guidata da Andrea Bomoni hanno depositato nei giorni scorsi tre distinti esposti alla commissione di vigilanza, carteggio poi finito anche alla Procura di Milano.

Il primo a intervenire era stato mercoledì Diego Della Valle, che aveva annunciato in una nota che "nella mia qualità di azionista titolare di una partecipazione complessiva pari a circa il 7,3% del capitale di Rcs richiederò a tutte le autorità competenti di essere rassicurato, e con me tutto il mercato, sul fatto che tutto si sia svolto nel rispetto delle regole". "Mi auguro che venga analizzato ogni passaggio in modo vigile e dettagliatissimo e, vista l'imminenza delle scadenze della procedura in atto, con la necessaria rapidità". Lo ha specificato la stessa società editrice precisando che la decisione degli istituiti di credito è "in ragione dell'acquisto del controllo di Rcs Mediagroup da parte di Cairo Communication". La mattina del 21 luglio 2016 la International Media Holding ha portato anche a Francesco Greco, numero uno del tribunale milanese, l'esposto sull'Opas di Cairo.