Commericialista si suicida. Era nel Cda di Banca Nuova, partecipata di PopVincenza

Commericialista si suicida. Era nel Cda di Banca Nuova, partecipata di PopVincenza

Così si è ucciso nel suo studio "storico" di Bassano del Grappa Gianpietro Procopi, 75 anni, commercialista e componente da diversi ani del Cda di Banca Nuova. Il commercialista bassanese, che negli ultimi anni era operativo soprattutto nello studio Franca Poloniato, dove per altro ha trascorso buona parte della giornata di ieri, aveva avuto in passato una vita molto attiva e costellata di incarichi spesso di prestigio, ed anche per questo era molto conosciuto. Tra i vari incarichi, anche ruoli nei consigli d'amministrazione di società pubbliche locali come la Brenta Servizi e il Consorzio di Bonifica. Da lì, nel pomeriggio si è recato in via Roma, nello studio personale del centro città: la moglie allarmata per non averlo sentito al telefono, ha raggiunto lo studio, facendo la tragica scoperta.

Poi la decisione, attualmente ancora inspiegabile, di farla finita. Sembra che il commercialista abbia lasciato un messaggio per la famiglia, ma si ignora al momento il motivo del suo drammatico gesto. Gli inquirenti stanno cercando di capire se il suicidio possa essere o meno collegato alle recenti vicende della Banca Popolare di Vicenza.