Spetcul - È Rossana Campo la vincitrice del Premio Strega Giovani

La Campo che ha dedicato l'opera al padre ha ringraziato i ragazzi che l'hanno votata e si è detta felice che questi siano potuti entrare a far parte di questo viaggio. La proclamazione e' avvenuta nella sala della Regina a Montecitorio alla presenza della presidente della Camera, Laura Boldrini.

Inoltre quest'anno, tra tutte le motivazioni arrivate la Fondazione Bellonci ha voluto riconoscere una menzione speciale a quella scritta da Raffaella Caccioppola del Liceo Scientifico di Scienze Applicate "Salvemini" di Alessano (Lecce), per il libro "L'addio" (Giunti) di Antonio Moresco. Rossana Campo ha vinto con 50 voti, della terza edizione del Premio Strega Giovani assegnato da una giuria di 500 ragazze e ragazzi di età compresa tra i 16 ed i 18 anni in rappresentanza di 50 licei e istituti tecnici diffusi su tutto il territorio italiano e tre all'estero, ovvero a Berlino, Bucarest e Parigi. I tre libri prescelti dalla giovane giuria (396 le preferenze complessivamente pervenute) ricevono un voto valido per la designazione dei finalisti all'edizione 2016 del Premio Strega: "Dove troverete un altro padre come il mio (Ponte alle Grazie) di Rossana Campo" (voti 50); "La figlia sbagliata" (Frassinelli) di Raffaella Romagnolo (voti 49) e "Le streghe di Lenzavacche" (e/o) di Simona Lo Iacono (voti 42). Alla vincitrice sarà consegnato un assegno di 3.000 euro nel corso della serata conclusiva del Premio Strega, venerdì 8 luglio all'Auditorium Parco della Musica di Roma. Il libro parla del "grande casino di avere un padre che procura sofferenza". Una storia centrata sul rapporto padre figlia, che si ritrovano sul mondo della parola, della scrittura che non ha paura di chiamare le cose con il loro nome, di strappare il velo di convenzioni e di falsi moralismi. Concetto ribadito anche da Dacia Maraini: "Una domanda che mi pongono spesso quando vado nelle scuole è 'perché leggere un libro?'". Dedico questo premio a Elsa Morante e credo che il mondo, se potrà essere salvato, sarà salvato dai ragazzini.