Reznor, "papà" di Marilyn Manson (e dirigente Apple Music), attacca YouTube

Reznor,

YouTube ruba. O, meglio: si basa su contenuti rubati. Oltre alla presentazione dei nuovi iOS 10 e macOS, fra le numerose conferenze ne ha avuto luogo una incentrata su Apple Music, la piattaforma musicale di Cupertino. Il suo attacco alla piattaforma di condivisione video, quindi, arriva tanto dall'artista che dal "concorrente" nell'ambito della distribuzione di musica on line.

17255-14582-NINFaceTime112113-l
Trent Reznor contro You Tube

"YouTube è fondamentalmente costruito sulla spalle di contenuti rubati e gratuiti". Fa grandi numeri, ma è dal mio lavoro che traggono giovamento. "Ogni affermazione che sostiene che si tratti in maggior parte di materiale privo di licenze è falsa", ha affermato un portavoce dell'azienda, sottolineando che in merito al valore complessivo dei pagamenti, YouTube finora ha versato all'industria discografica tre miliardi di dollari. Ma epiche restano soprattutto le battaglie contro i contenuti gratuiti on line di Prince.