Maturità 2016, seconda prova. Isocrate al Classico, matematica allo Scientifico

Maturità 2016, seconda prova. Isocrate al Classico, matematica allo Scientifico

Prova di matematica, invece, per i ragazzi dello Scientifico.

I maturandi del liceo classico, così, fronteggiano la versione di greco che li vede intenti a tradurre un brano di Isocrate (precisamente i paragrafi 34-35-36 di Sulla Pace, dal titolo Vivere secondo giustizia non è solo corretto, ma anche conveniente per il presente e per il futuro).

La seconda prova per la Maturità dei Licei delle Scienze Umane prevede un confronto tra i sistemi scolastici in Italia e in Europa; per l'indirizzo economico sociale è stato scelto un brano di Meuccio Ruini sulla funzione della scuola e libertà di insegnamento.

Umberto Eco sulle funzioni della letteratura. "E' il Pil misura di tutto", per il saggio in ambito economico.

La traccia per l'indirizzo economico Diritto ed economia politica riguarda il dibattito sulla funzione della scuola pubblica e paritaria.

- Il suffragio universale del 1946 è la traccia proposta per il tema storico. Per il tema di attualità c'è una citazione di Zannini sul concetto di "confine". E ancora: l'avventura dell'uomo nello spazio per il saggio breve in ambito tecnico-scientifico. La terza prova, diversa per ciascuna commissione, è programmata per lunedì 27 giugno sempre a partire dalle 8.30. La provincia più numerosa è quella di Chieti con 3.316 studenti, seguita da quella di Pescara con 3.086 studenti, L'Aquila dove sono in 2.528 a sostenere l'esame di maturità e per finire la provincia di Teramo dove i candidati sono 2.083. Ecco la password per aprire il plico telematico con la seconda prova: H6WCV-UXNY3-YYETF-C6ZPC-6LSAW.

Per il secondo scritto è stata scelta, come di consueto, Matematica (anche nell'opzione Scienze applicate) e non la temuta Fisica. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato. Scorrendo i commenti si inizia da frasi di preoccupazione come: "parliamoci chiaro, il vero problema è la versione di greco di giovedì 23"; si prosegue verso toni a tratti disperati "la versione di greco sarà traumatica, già me lo sento"; si passa al tragico con veri e propri manuali di sopravvivenza alla versione di greco; infine si risale la china con l'autoironia "e comunque greco sarà magica, non mi ricordo nemmeno il verbo essere".