Lenovo: primi concept di uno smartphone e un tablet pieghevole!

Lenovo: primi concept di uno smartphone e un tablet pieghevole!

Il tablet invece ha anch'esso uno schermo flessibile e una cerniera centrale che consente di ripiegarlo all'indietro in modo che lo schermo, dimezzato, resti comunque sempre visibile, trasformandosi presumibilmente in un phablet. Come avevamo evidenziato, Samsung non è l'unica società a lavorare sulle tecnologie per la realizzazione di device dotati di display "ripiegabili" su loro stessi. Lenovo non è da meno e, approfittando dei riflettori accesi per il Tech World 2016 di San Francisco, ha mostrato due prototipi di dispositivi ripiegabili.

CPlus è un oggetto ibrido: ha la forma di uno smartphone, ma è modulare, così da poter essere piegato e avvolto intorno al polso.

Lenovo ha inserito una marcia in più e nella serata di ieri ha svelato al mondo i suoi "dispositivi flessibili", un telefono e un tablet con schermo modellabile.

"Pieghevole" è una parola che, per chi produce tecnologia, ha lo stesso valore del Sacro Graal per Indiana Jones: siamo riusciti a miniaturizzare, ingrandire, modificare forma, dimensioni e peso di qualsiasi device, ma nessuno è ancora davvero riuscito a crearne uno che si pieghi ma non si spezzi, per citare Orazio. Questo non vuol dire che di fatto sia pronto per il grande pubblico, visto che potrebbero passare mesi, o anni, prima di vederlo nei negozi, e sarà tutta da verificare l'accoglienza che avrà un prodotto così originale da parte del pubblico. Che sia il futuro degli smartwatch? Il tablet invece funziona diversamente: è dotato di un singolo punto di piegatura, e quindi si può solamente piegare a metà.

Cliccando qui una dimostrazione, in anteprima, del "comportamento" dei due dispositivi ripieghevoli.