Il sindaco di Corleone: "Nessun inchino a Riina, solita strumentalizzazione"

Il sindaco di Corleone:

La pratica dell'inchino del santo davanti alla casa di un boss è stata spesso contestata negli ultimi tempi da magistratura, forze dell'ordine e società civile, ma quanto accaduto domenica scorsa a Corleone dimostra che a nulla sono serviti gli inviti della chiesa a evitare certi comportamenti.

L'indagine sulla processione ha già portato a scoprire che uno dei membri della confraternita di San Giovanni è parente della Bagarella, cugino di secondo grado per la precisione. Ma devo esprimere la mia indignazione per queste notizie false che vengono fatte circolare su Corleone. Decisamente più severo il commento del vescovo di Monreale, monsignor Michele Pennisi: "Non transigo su cose di questo genere, ho già nominato una commissione d'inchiesta e sono in attesa del suo rapporto". Durante questa processione a San Giovanni Evangelista ci sarebbe stata una fermata.

"Questa mattina ho voluto incontrare i ragazzi della confraternita - spiega Leoluchina Savona - li ho guardati negli occhi e mi hanno stragiurato che non hanno fatto alcun omaggio alla Bagarella". "Tutti insieme abbiamo stabilito che la processione di San Giovanni non passerà mai più da via Scorsone".

"E' stata una processione di quartiere - ribadisce ancora il sindaco di Corleone - a cui non ha partecipato neppure l'amministrazione comunale". Nei mesi scorsi, è emerso che erano in contatto addirittura con il fratello del sindaco, Lea Savona. Io non ero presente, ad esempio. Vogliamo, da una parte, che non ci sia alcuna strumentalizzazione, dall'altra però dobbiamo essere vigili, perché nelle Confraternite non si insinuino persone che possono dare il sospetto di omaggiare qualche personaggio mafioso. "Così anche le soste delle processioni - ha detto - saranno concordate con le forze dell'ordine". "Forse i ragazzi non ci hanno pensato, mica lo hanno fatto apposta?". "Niente processioni, appunto". Non solo, secondo il prete, ne guadagnerebbe la genuinità della fede ma sarebbe un modo per suscitare una pubblica riflessione.

Un tributo - in tutto simile ad un inchino - deciso, si apprende da un membro della confraternita.