Femminicidio, oggi ha il volto di Alessandra Maffezzoli

Femminicidio, oggi ha il volto di Alessandra Maffezzoli

Alessandra Maffezzoli, una maestra 46enne del veronese, è stata uccisa la notte scorsa dall'ex convivente, Giuliano Falchetto, di 53 anni.

Ancora un atroce delitto che finisce sotto la voce "femminicidio", e a praticamente 24 ore di distanza dall'omicidio di Michela Baldo: a morire sotto i colpi di chi un tempo la amava è Alessandra Maffezzoli, maestra 46enne residente a Pastrengo, nel Veronese. Una volta rintracciato è stato portato in caserma dove ha confessato l'omicidio. Mentre le pattuglie dei Carabinieri lo stavano già cercando è arrivata alla centrale la segnalazione del portiere di un albergo di Castelnuovo che ha riferito della presenza di un uomo che si aggirava con fare sospetto nella struttura turistica. Sembra che prima di essere bloccato dai militari Maffezzoli abbia tentato di uccidersi i gettandosi nel lago ( la fonte di questa indiscrezione è il Gazzettino).

La donna lascia due figli di 18 e 16 anni, nati da una precedente relazione finita una decina di anni fa. Lei, addetta alle pulizie, da qualche tempo si era trasferita con i bambini a casa di un'amica: i litigi col marito erano quotidiani, e temeva che potesse succederle qualcosa. Hanno dunque fatto il giro e hanno visto la donna riversa a terra.

Del caso si occupano i Carabinieri di Peschiera. "È come un interruttore acceso che si è staccato per pochi minuti".

I carabinieri sono stati allertati da un vicino che aveva sentito urla provenire dalla casa. Al loro arrivo, hanno trovato la donna ormai morta e, sempre su suggerimento del vicino (fonte: Repubblica) si sono messi sulle tracce dell'auto dell'ex, una Lancia color bianco.