Euro 2016, l'Italia si qualifica agli ottavi: scenari e possibili avversari

Euro 2016, l'Italia si qualifica agli ottavi: scenari e possibili avversari

Nel primo tempo in particolare non si ricorda una sola azione degna di nota con le squadre che si annullano a vicenda.

Il primo obiettivo è raggiunto: battendo la Svezia 1-0 con un gol di Eder all'88' l'Italia di fatto è la seconda squadra qualificata agli ottavi di finale di Euro 2016 insieme alla Francia.

Poi però è la Svezia ad avere la chance giusta a una ventina di minuti dal termine, quando Guidetti non ci arriva e lui, sua maestà Ibra, spreca malamente da una manciata di metri anche se in fuorigioco.

In caso di pareggio o vittoria del Belgio, infatti, gli irlandesi salirebbero massimo a 2 punti e non raggiungerebbero l'Italia nell'incontro della terza giornata; se invece l'Irlanda vince contro gli 11 di Wilmots, va a quota 4 punti e la partita del 22 giugno diventerà un bello spareggio con gli Azzurri che hanno a disposizione 2 risultati su 3.

Italia, Conte: "Bravi a soffrire, viviamo un sogno".

Marc Wilmots è già alle spalle: la partita preparata dal ct della Svezia Erik Hamren è al livello di quella di Conte. Ora siamo agli ottavi, ma qualsiasi cosa accada, dovrà essere quello che ci meritiamo. "E' stata una partita difficile, sapevamo che sarebbe stato così per come giocano loro, molto compatti e chiusi".

L'ex Sampdoria si sveglia proprio nel momento più importante della sua annata scalognata dopo il trasferimento all'Inter; tutti lo sommergono d'abbracci, Conte in panchina esulta pure stavolta e gongola.

Alla Svezia non è bastato Ibrahimovic, anche se c'è da dire il fuoriclasse di Malmo è stato ben controllato dalla difesa azzurra. Poi, alla domanda sulla questione oriundi dopo che in passato il suo attuale allenatore all'Inter Mancini disse che non dovrebbero giocare in nazionale, ha risposto: "Questa è una polemica infinita, e che non avrà mai fine".

Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi (29' st Thiago Motta), Giaccherini, Florenzi (40' st Sturaro); Pellé (15' st Zaza), Eder.