Elon Musk: Open AI e il robot per faccende domestiche

Elon Musk: Open AI e il robot per faccende domestiche

Il costruttore statunitense di vetture elettriche Tesla ha annunciato un'offerta d'acquisto per il fabbricante di pannelli solari SolarCity. Secondo la startup, l'obiettivo sarebbe quello di seguire le orme di Google DeepMind: ma al riguardo, Elon Musk - in precedenza - ha affermato a più riprese di nutrire riserve sui rischi correlati allo sviluppo di un'intelligenza artificiale troppo evoluta, soprattutto se la stessa fosse messa a disposizione dell'industria bellica.

E' stato registrato un -12% per Tesla dopo l'annuncio del nuovo scenario, ma accompagnato da un +15% per SolarCity, segno che l'energia solare combinata con la tecnologia di Tesla potrebbe essere una soluzione vincente e rapida per innescare la rivoluzione che Musk ha in mente da tempo. La società di San Mateo è stata fondata nel 2006 dai cugini di Musk, i fratelli Peter e Lyndon Rive, su suggerimento dello stesso imprenditore elettrico, fondatore di Tesla e Space Exploration.

In una conference call tenuta con i giornalisti, l'eclettico amministratore delegato americano si è detto sicuro del fatto che la proposta d'accordo sia "incredibilmente convincente ed offre dei benefici importanti per la condivisione delle conoscenze sul fronte della produzione". L'offerta, in forma di uno scambio azionario, valorizza il titolo di SolarCity tra 26,5 e 28,5 dollari, con un premio compreso tra il 21 e il 30% rispetto al prezzo di chiusura di Borsa.