Elezioni amministrative 2016, i risultati nelle grandi città

Elezioni amministrative 2016, i risultati nelle grandi città

Fermiamoci al primo punto, interessante anche per le suggestioni che l'avanzata del Movimento Cinque Stelle a Roma e Torino può avere sul voto del 2017 per il sindaco di Genova.

Grande exploit del Movimento 5 Stelle nella capitale e nel capoluogo piemontese, dove è diventato la prima forza politica cittadina.

Dati che fanno esultare i grillini e che mettono in allarme il Pd che patisce fino all'ultimo a Roma dove alla fine Roberto Giachetti la spunta su Giorgia Meloni e strappa il ballottaggio.

Per avere più chiara la situazione abbiamo realizzato una infografica in cui abbiamo messo in evidenza, nelle città più importanti in cui si sono svolte le elezioni amministrative 2016, il candidato che ha ottenuto più voti.

A Cagliari si va verso la conferma del sindaco uscente, Massimo Zedda.

Per quanto concerne il pericolo astensionismo, l'affluenza alle urne si è attestata attorno al 62%. Anche se la domenica si potrà votare fino alle 23.- Milano: il candidato 5 Stelle è Gianluca Corrado, subentrato dopo il ritiro della candidata Patrizia Bedori. Quello di Cagliari è tra i pochi casi chiusi nelle principali città italiane andate al voto: ci sarà il ballottaggio anche a Novara, Savona, Ravenna, Latina, Benevento, Arcore; sindaco al primo turno, invece, il candidato del centrodestra di Cosenza Mario Occhiuto e quello del Pd di Salerno, Vincenzo Napoli, che stravince con il 70% delle preferenze.

Napoli - Domina il sindaco uscente Luigi De Magistris, autonomo, tra 39,5 e 43,5%, davanti a Gianni Lettieri (centrodestra) tra il 21,5 e il 25,5% e Valeria Valente (Pd) tra il 18 e il 22%, mentre il grillino Matteo Brambilla si fermerebbe tra il 9 e il 13%.

Grazie Gianroberto. "Il risultato storico di questa giornata (a breve saranno pubblicati i dettagli dei risultati del MoVimento 5 Stelle) e' dedicato a Gianroberto Casaleggio". Alberto Morano, sostenuto da Lega e Fratelli d'Italia, non riesce invece a sfondare: si ferma appena all'8,4%. In vista del secondo turno De Magistris dei consensi.

Inoltre "ci sono gia' alcuni sindaci eletti al primo turno (per ora Fossombrone e Vigonovo)".

A pare degli esperti, c'è un'altra ragione che rende i prossimi ballottaggi degni di attenzione: a seguito dell'approvazione dell'Italicum, le elezioni locali sono diventate una migliore approssimazione del voto nazionale, fornendo maggiori indicazioni su quale potrebbe essere il comportamento degli elettori.