Conte: "Obiettivi? Stanno in campo, Belgio favorito"

Conte:

È uno dei pochi giocatori in Europa che può incidere, ha un talento innato e straripante, nel Belgio e nel Chelsea è considerato il pericolo numero uno. "C'è grande emozione per l'esordio all'Europeo - afferma Conte -, abbiamo lavorato molto". Tanto poi, come incalza Buffon, l'importante è "che i giocatori con qualità superiore si esprimano al meglio e i giovani osino". Quinta partecipazione per il Belgio alle fasi finali di un Europeo, la prima dal 2000 quando era una delle due nazioni ospitanti. "Spero che domani sia una grande partita, saremo tutti guerrieri e sarà importante saper usare la testa" ha detto il selezionatore. La formazione? La vedrete domani alle 21. È inutile snocciolare i nomi di quelli che scenderanno in campo, fa ancora più impressione vedere chi andrà in panchina. A Pellè il compito di far salire la squadra, catturare l'attenzione della difesa belga, mentre ad Eder il compito di infilarsi fra i centrali avversari per attaccare la profondità. Non sappiamo chi sarà un terzino, abbiamo visto che Lombaerts è tornato a casa. Nel Belgio mister Marc Wilmots si affida al solito 4-2-3-1 con De Bruyne, Fellaini e Hazard a supporto dell'unica punta Lukaku. Il fatto che non siamo i favoriti non deve farci sentire delle vittime sacrificali. "Reparto offensivo con grande talento, centrocampo di sostanza e dietro con gente di ottima esperienza". Gli ultimi due incontri tra le due compagini (amichevoli) hanno visto trionfare prima l'Italia allo stadio "Artemio Franchi" nel 2008 (3-1), poi il Belgio lo scorso novembre (3-1). "In un torneo breve come questo, bisogna essere pronti a tutto".

OBIETTIVI - Da ultimo, una riflessione sulle reali potenzialità dell'Italia: "Dove arriveremo?" "La verità è in campo - conclude Conte -. Nonostante non ci siano i valori del pronostico riusciremo a essere competitivi". Dobbiamo dimostrare di meritare sul campo, nel caso non lo facessimo sarà giusto uscire. Gli Azzurri partiranno certamente dalla solidità difensiva, ma Conte ha parlato di un'Italia 'camaleontica' capace di cambiare sistema in corso.