A Roma vince la Raggi, Olimpiadi a rischio

A Roma vince la Raggi, Olimpiadi a rischio

Le elezioni comunali sono così giunte alla resa dei conti.

Torino cambia la guardia dopo oltre vent'anni di amministrazioni centro-sinistra, un dato sintomatico in una delle città con la maggiore tradizione 'industriale' della penisola. Netta la sconfitta del candidato del Pd, Roberto Giachetti, che si è immolato con dignità ma ha raccolto poco più del 30% dei voti. A Torino Chiara Appendino riesce nell'impresa di rimontare il distacco del primo turno sul sindaco uscente Piero Fassino, di superarlo e di scalzarlo dalla poltrona di primo cittadino.Sono questi sostanzialmente i responsi dei ballottaggi delle amministrative 2016 conclusi nella giornata di ieri. Luigi De Magistris trionfa a Napoli con il 66% delle preferenze contro Gianni Lettieri (33%). "Credo che ci siano le condizioni per riprenderci, è nelle città che si gioca la democrazia del nostro Paese" ha dichiarato Merola.

A Roma e Torino, è giusto sottolinearlo, hanno vinto due donne, giovani e con il giusto piglio per affrontare quella che sarà una prova ardua e senza esclusione di colpi. Intanto a Roma sventolano le bandiere del M5S al grido: 'Onestà'.

Nel secondo exit poll di Ipr-Istituto Piepoli per la Rai a Roma Virginia Raggi è al 65-69% mentre Roberto Giachetti si attesta al 31-35%.

Grande festa nella sede del comitato elettorale dei cinquestelle dove in serata è arrivato anche Davide Casaleggio, il figlio dello scomparso Gianroberto. "I dati sono inequivocabili, la stessa cosa avviene in tutte le città dove c'è stato un ballottaggio con il Movimento 5 Stelle" ha commentato Fassino. Il centrosinistra ottiene i sindaci di Milano, Bologna, Cagliari, Salerno, Rimini, Caserta, Bolzano, Varese, Ravenna. "Lavoreremo per riportare la legalità e la trasparenza all'interno delle istituzioni che dopo 20 anni di malgoverno e Mafia Capitale non vedevano più questi principi a guidare l'amministrazione" ha aggiunto la Raggi. Ma resta l'amaro in bocca per alcune sconfitte molto dure, da Novara a Trieste.

Vince contro il candidato del centrosinistra Roberto Cosolini, che ha ottenuto il 47,4% dei consensi, il candidato del centrodestra, Roberto Dipiazza, ottenendo il 52,6%. Ore 23.09 - A pochi minuti dalla chiusura dalla urne, la Raggi ha pubblicato un post sui social: "Il mio primo ringraziamento va ai quasi 2000 rappresentanti di lista che anche quest'oggi, nella giornata del ballottaggio hanno volontariamente vigilato sullo svolgimento delle votazioni". Questo è l'obiettivo che mi sono prefissa. A destra si può esultare per la sconfitta del Pd e di Renzi, ma è una vittoria per procura, i voti della ex Casa delle Libertà sono stati sì determinanti, ma per far vincere i grillini. Nessuna sorpresa infine a Napoli dove Luigi De Magistris conquista il secondo mandato.