Toscana: 19enne colpita da meningite. Era in discoteca già infetta

È stata effettuata prontamente una inchiesta epidemiologica dalla quale è risultato, tra l'altro, che la paziente in data 30 aprile 2016 dalle ore 23 alle 2.15 del giorno 1 maggio 2016 si è recata alla discoteca OTEL di Firenze Via Generale Dalla Chiesa 9.

"La 19enne ricoverata dal primo maggio a Firenze per meningite è uscita dalla terapia intensiva ed è stata tr asferita al reparto di malattie infettive di Careggi". Sono state subito attivate le procedure per la profilassi e la copertura antibiotica dei familiari e le persone che sono state a contatto con lei. Vaccinazione che, nonostante la vasta area attaccata dalla terribile infezione, e nonostante la campagna intensiva decisa sia dalla Regione che dal ministero della Salute (il vaccino è gratuito in quasi tutte le Asl coinvolte della epidemia, aperto ai cittadini fino a 45 anni), non è completa.

"Questo ci lascia sperare per una prognosifavorevole". La profilassi, ricorda la Asl, dovrà essere eseguita anche se è già stata effettuata lavaccinazione antimeningococcica. Soprattutto i più giovani: il target più sensibile ai portatori sani sono i ragazzi fino ai 20 anni. Saccardi ha ribadito "l'invito a tutti è quello di vaccinarsi perché questo è l'unico schermo possibile soprattutto a chi", come l'ultimo caso, "frequenta luoghi molto affollati come le discoteche".

Un nuovo caso di meningite batterica in Toscana. È il 23mo caso di meningite in Toscana dall'inizio dell'anno. Possono ricevere l'immunizzazione senza doverla pagare anche gli studenti delle università toscane, anche se residenti nelle loro zone di origine. Ancora non è confermato il ceppo che ha colpito, ma secondo le prime indiscrezioni si tratterebbe proprio del più temibile, il di tipo C.