SBK, Sepang: Sykes vince in solitaria davanti a Rea e Davies

SBK, Sepang: Sykes vince in solitaria davanti a Rea e Davies

Ma il ritmo costante ed inarrivabile dei primi giri gli ha permesso di godersi tutti i restanti, per poi arrivare a ritrovare il sapore della vittoria, che mancava da ben 10 anni ovvero dall'ultimo successo a Laguna Seca nel 2006, anno in cui si è proclamato vincitore della classe regina.Sorriso più bello e luminoso del solito che ha accompagnato Nicky anche sul podio che poi, ascoltando le note dell'inno americano, si è commosso. Sul bagnato West è fortissimo e Domenica lotta come un leone con piloti del calibro di Sykes, Giugliano, Camier e van der Mark, mettendone parecchi alle sue spalle.

Bellissimo secondo, meritato, posto per Davide Giugliano che finalmente può gioire. Più staccato il trio in bagarre composto da Tom Sykes, Davide Giugliano e Anthony West, mentre Alex Lowes è ormai settimo e più staccato. A tutto questo bisogna aggiungere la temperatura dell'ambiente e dell'asfalto, una delle più alte che si incontrano durante la stagione. Purtroppo neanche i due piloti IodaRacing, Lorenzo Savadori e Alex De Angelis, sono arrivati alla fine a causa di due incidenti diversi. Il campione del mondo della Kawasaki è stato molto aggressivo nelle prime curve, quando ha superato all'esterno il compagno di squadra, Tom Sykes, e andando a provvisoriamente in testa. La bagarre tra i tre favorisce Nicky Hayden, che continua a dominare, arrivando a superare i quattro secondi di margine. L'unico a poterlo impensierire è Davide Giugliano, che termina secondo, frenato da un inizio di gara non troppo brillante e con troppi avversari a rallentare la sua corsa.

Per una Kawasaki ufficiale che arranca, ce n'è una privata che vola!

Nel frattempo Giugliano continua a girare molto velocemente, guadagnando secondi preziosi e riducendo il gap fino a poco meno di due secondi. "Complessivamente possiamo ritenerci soddisfatti, sicuramente è stato un weekend pieno di incognite e anche per quanto riguarda Chaz, se da un lato è vero che abbiamo perso alcuni punti su Rea, dall'altro possiamo dire di aver contenuto i danni concludendo entrambe le manche in buona posizione e portando a casa punti importanti per il campionato".

Ad essere più soddisfatto di tutti oggi, forse, è Jonathan Rea che, anche in una gara rischiosa e difficile come quella di oggi, è riuscito a conquistare ancora qualche punto su Davies e Sykes in ottica campionato. Giugliano tiene il passo di Davies, lo studia, con lui passa Rea e nel finale si prende il lusso di tentare un riavvicinamento all'imprendibile Hayden.