Savona, la scuola scende in piazza: appuntamento sotto palazzo Sisto

Savona, la scuola scende in piazza: appuntamento sotto palazzo Sisto

L'astensione dal lavoro, che interessa in regione 60mila docenti e 20mila Ata, si prevede molto alta con la sospensione delle lezioni in moltissimi istituti di ogni ordine e grado.

Questa volta le scuole rischiano veramente di restare chiuse, perché i sindacati hanno scelto di unirsi insieme per far sentire la loro voce su alcuni aspetti della legge sulla Buona Scuola, ma non solo.

Anche per l'Università, la Ricerca e l'AFAM - così come per la scuola che sciopera nella stessa giornata - il 20 maggio 2016 sarà una giornata di blocco di tutte le attività: FLC CGIL e UIL RUA hanno infatti proclamato lo sciopero nazionale di tutto il personale che lavora nelle Università, negli Enti di Ricerca e nell'Alta Formazione Artistica e Musicale. Forte la partecipazione anche da Padova.

Per i dirigenti scolastici.

"Sono ancora migliaia i docenti esclusi che hanno diritto alla stabilizzazione in base alla sentenza della Corte di giustizia Europea - ha commentato la segretaria Distefano - e ce ne sono altrettanti che ne avrebbero diritto per avere prestato servizio nelle scuole per decenni". Non è un caso che la mobilitazione dei docenti e del personale Ata coincida con il 46esimo anniversario della nascita dello Statuto dei lavoratori, promosso dal socialista Gino Giugni. Perciò i sindacati chiedono lo sblocco del turn over, assunzioni, concorsi per i dsga (dirigenti amministrativi), incremento dell'organico e semplificazione amministrativa.

Infine ricordiamo le motivazioni dei dirigenti scolatici che vogliono l'eliminazione dei differenti trattamenti economici legati alle modalità di reclutamento; il riallineamento retributivo rispetto al resto della dirigenza pubblica e l'alleggerimento di responsabilità, che in molti casi risultano improprie rispetto al ruolo svolto. La manifestazione si muoverà da porta San Paolo per raggiungere largo Bernardino da Feltre passando per via Marnorata, piazza dell'Emporio, ponte Sublicio, piazza Porta Portese, via Induno e viale Trastevere. Nel dettaglio a Palermo si terrà un corteo da piazza Verdi fino alla Prefettura, a Catania assemblea cittadina al Teatro Stabile, per Agrigento ed Enna sit in davanti la Prefettura agrigentina in piazza Aldo Moro, sit in davanti le Prefetture anche a Messina, Caltanissetta, Siracusa, Ragusa e Trapani.

Sono previsti ulteriori disagi nella Capitale a causa del disservizio di Atac, società che gestisce il trasporto pubblico. Per questo motivo hanno scelto di anticipare la data dello sciopero della scuola a venerdì 20 maggio.