Real Madrid, Ronaldo: "L'ultimo rigore? Ho avuto una visione"

Real Madrid, Ronaldo:

Se Diego dovesse decidere di restare, lo farà solo per il troppo amore che lo lega ai colchoneros e ai suoi tifosi, resterà solo dopo averne parlato con i vertici biancorossi, chiedendo garanzie tecniche che possano quantomeno avvicinare anche solo di un gradino l'Atletico ai marziani del Barça e ai campioni d'Europa del Real Madrid. L'esito inevitabile sono i calci di rigore. Il Cholo, nonostante un contratto regolarmente firmato con l'Atletico Madrid fino al 2020 si trova davanti a un bivio: "metabolizzare l'ennesima mazzata quindi ripartire, oppure prendersi un anno sabbatico in attesa di rituffarsi in una nuova missione".

Ha consolato i suoi giocatori uno ad uno, abbracciandoli come un padre più che un allenatore. Per i tifosi dell'Atletico Madrid, pero', non e' tutto. "Mi hanno seguito passo dopo passo, peccato per la Liga ma questo trofeo ci basta per dare un ottimo voto alla nostra stagione". Al 14' Saul si fa pericoloso con un sinistro ma non centra il bersaglio: il Real subisce gli avversari e fatica ad uscire. I giocatori, atterrati poco dopo le 6 all'aeroporto di Barajas, sono arrivati in piazza a bordo di un autobus scoperto e poi hanno raggiunto la statua della Cibeles tramite una passerella.

Complimenti al Real, ancora una volta è stato superiore a noi.

E così, al 34', arriva puntuale il pari dell'Atletico: Juanfran mette dentro dalla destra, Carrasco ringrazia e sigla la rete dell'1-1. La Champions League sia assegna dal dischetto, con quella che viene di solito definita una lotteria. "Così ho chiesto a Zidane di farmi tirare il quinto rigore perché avrei segnato il gol decisivo", l'uomo della undicesima, Cristiano Ronaldo ha commentato così il trionfo di San Siro prima di augurarsi una riconferma dell'allenatore francese. E Cristiano Ronaldo chiude il conto.