Migranti, dopo i salvataggi ora sbarchi

Migranti, dopo i salvataggi ora sbarchi

Questa mattina tocca al rimorchiatore italiano 'Vos Thalassa' fare sosta al porto di Catania per trasferire a terra 890 migranti recuperati in diverse operazioni di soccorso nel canale di Sicilia. A Taranto sono stati portati in soccorso 706 migranti, recuperati da una nave spagnola, che nelle acque del Mediterraneo svolgeva missione europea di controllo. Un altro barcone stracarico di migranti è quasi affondato nel canale di Sicilia, mentre cercava di raggiungere l'Italia col suo carico di disperazione.

Nelle diciassette operazioni condotte nella giornata di ieri nel Canale di Sicilia sono state soccorse circa duemila persone, quattromila nelle ventidue operazioni di giovedì. Sono 45 i cadaveri recuperati finora dai soccorritori della nave Vega della Marina militare, 629 le persone salvate. Secondo quanto dichiarato dal presidente del Consiglio Matteo Renzi ieri dalla conferenza del G7 in Giappone "parlare di emergenza migranti al momento è fuori luogo". "C'è stato un aumento di sbarchi nelle ultime ore ma questo aumento non è né ai livelli del 2014 né a quelli del 2015".