Hyperloop, il treno del futuro

Come si vede nel video, il primo test del treno superveloce realizzato nel deserto del Nevada riguarda il prototipo del sistema di propulsione, che ha accelerato fino a 116 mph (187 chilometri all'ora) in 1,1 secondi prima di fermarsi nella sabbia. I passeggeri dovrebbero viaggiare all'interno di capsule di alluminio ad una velocità massima di circa 1.200 Km orari, e secondo il progetto di Elon Musk - fondatore di PayPal, Tesla Motors e SpaceX - Hyperloop rappresenta una valida alternativa alla più costosa linea ferroviaria ad alta velocità. E' stato il primo test all'aria aperta, al quale ne seguiranno altri nei prossimi mesi. Nel team che si occupa della progettazione ci sono diversi italiani tra cui l'ingegnere Gabriele Gresta. Semplificando: in un classico motore elettrico la parte che gira (rotore) interagisce con quella fissa (statore) attraverso forze elettromagnetiche che portano al movimento; nel caso di un motore elettrico lineare il rotore e lo statore sono srotolati lungo un percorso, quindi invece di portare a una rotazione, esercitano una forza che porta a uno spostamento lineare. Ma tutto il sistema è pensato all'interno di un sistema sottovuoto che sfrutti la mancanza di attrito dell'aria, e al momento mancano tanti dettagli tecnici. A queste velocità si potrebbe raggiungere Milano da Roma in poco più di 20 minuti, un tempo quasi impensabile ai giorni nostri.

Oltre a lavorare allo sviluppo del progetto, Hyperloop One sta coinvolgendo e avviando contratti con alcune delle più importanti aziende attive nel settore dei trasporti negli Stati Uniti. I ricercatori sperano di iniziare al trasporto delle merci entro il 2019 e quello delle persone entro il 2021. Sono altrettanto convinto che lavoreremo in collaborazione con il governo per avviare la costruzione, nel 2018, di sistemi in grado di trasportare i passeggeri.