Google I/O 2016: tutte le novità presentate tra smart home e AI

Un'applicazione di messaggistica istantanea che straccia (senza mezzi termini), una delle app più amate dagli utenti Whatsapp. E' un sistema per la realtà virtuale alimentato dal nuovo Android N, costruito ad un livello aziendale approvato.

Siete ansiosi di conoscere l'aggiornamento del sistema operativo Android N in tutti i suoi aspetti? In quest'ottica, tuttavia, la frammentazione della piattaforma rimane un grosso problema irrisolto, soprattutto per le bassissime percentuali di adozione delle versioni aggiornate di Android su dispositivi più datati e di fascia medio-bassa.

Questa piattaforma per la realtà virtuale si compone quindi di un sistema operativo ad hoc e di un apposito visore, ma è chiaro che farà anche uso di una interfaccia apposita che nel corso dell'evento è stata ribattezzata come Daydream Home. Tra le esterne, hanno sposato il progetto anche Ubisoft, EA e Netflix.

Nel caso Android Wear, l'obbiettivo principale per gli sviluppatori sarà mostrare all'utente le corrette informazioni al momento giusto, senza che esso possa in qualche modo estraniarsi dal mondo che lo circonda. Per abilitare la modalità Instant Apps - che si potrà usare su tutte le versioni di Android dalla 4.1 JellyBean in su - gli sviluppatori dovranno aggiornare le proprie applicazioni, senza necessità di crearne altre.

Occhi puntati sicuramente sull'annuncio dell'uscita di Android N (Android Nutella?), la settima e nuova release del sistema operativo di Google, che nell'occasione del Google i/o 2016 vedrà di certo svelate le sue novità alcune delle quali accennate nelle due developer preview rilasciate come la gestione delle finestre multiple, il nuovo sistema di gestione della batteria e l'implementazione di un nuovo sistema di riconoscimento della pressione delle dita sul display.

Spotify ha dichiarato che l'app funziona con la maggior parte dei modelli di Android TV, ma potete controllare la lista completa per verificare se il vostro è incluso.

Un primato tutto statunitense, ma non per questo meno interessante è quello che riguarda le vendite dei Chromebook. Tra le tante anticipazioni, si è svolto il keynote riguardante la realtà virtuale. La si può installare su smartphone e tablet Nexus (6, 9, 5X o 6P), nonché su Pixel C e Nexus Player.

Le due applicazioni Allo e Duo sono basate sul numero di telefono degli utenti, e saranno disponibili in estate per Android e iOS.