Gac, vendite triplicate per la jv con Fca da inizio anno

Gac, vendite triplicate per la jv con Fca da inizio anno

Secondo quanto riporta oggi il quotidiano "Il Giornale", infatti, il colosso cinese starebbe pensando di avanzare addirittura un'offerta per acquisire la maggioranza di FCA.

L'obiettivo sarebbe quello di rendere Fca più forte in un mercato nel quale ha sempre trovato molte difficoltà a svilupparsi, mentre i cinesi beneficerebbero delle strutture produttive e commerciali del Lingotto negli Usa. Le voci delle intenzioni cinesi circa l'ingresso nella FCA sono avvalorate anche dal fatto che meno di una settimana fa una delegazione cinese proprio della regione di Guangzhou ha fatto visita alla sede FCA di Auburn Hills, in America.

Come detto, FCA e GAC collaborano già per la produzione di alcuni modelli del Gruppo italo-americano destinati al mercato locale come le Fiat Viaggio e Ottimo, oltre alle Jeep Cherokee e Renegade. "Lo sviluppo di FCA in Cina ha richiesto il nostro supporto: ora noi speriamo nel loro per debuttare negli Usa", aveva dichiarato Wu Song, direttore generale di GAC Motor al Salone di Pechino. Ancora sotto i riflettori Unicredit (+0,71% a 2,834 euro): due giorni fa si sarebbe tenuto un vertice tra gli azionisti della banca milanese per valutare un cambio del management. Il Giornale ha scritto anche di rumors che vedrebbero Gac interessata alla maggioranza di Fiat-Chrylser.

Benefici di un'alleanza. L'ipotesi di alleanza ha un senso: colmerebbe da una parte il gap di FCA, rinforzando la sua presenza in Cina, mercato strategico per il raggiungimento degli obiettivi di crescita posti da Marchionne. Il Sole 24 ORE si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l'ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.