Egypt Air: confermati segnali di emergenza di fumo a bordo dalla Bea

Egypt Air: confermati segnali di emergenza di fumo a bordo dalla Bea

Si cercano ancora le scatole nere.

Nella ridda di ipotesi e controdeduzioni, di tragicamente concreto vi sono i rottami ed effetti personali di passeggeri affiorati in mare. "La partecipazione degli investigatori francesi nell'inchiesta è perché 15 dei 56 passeggeri che erano a bordo erano cittadini francesi e la Francia è la sede del costruttore aereo", da detto un funzionario all'aeroporto del Cairo a condizione di anonimato.

Sono state ritrovate le scatole nere dell'Airbus A320-232 della EgyptAir scomparso dai radar la notte tra il 18 e il 19 maggio mentre era in volo da Parigi al Cairo. Un primo, breve audio della conversazione tra il pilota del volo EgyptAir caduto nel Mediterraneo e un controllore di volo è stato trasmesso dalla Cnn. I messaggi automatici lanciati dal volo, inoltre, hanno reso noto che del fumo era presente in alcune parti dell'aereo prima che scomparisse dai radar. I segnali potrebbero essere anche l'indicazione di un malfunzionamento progressivo del sistema elettronico a seguito di un qualche evento catastrofico.

Rimani aggiornato: metti "Mi Piace" a The Teller. Il presidente del paese, Abdel Fattah al-Sisi, ha successivamente offerto le proprie condoglianze alle famiglie delle persone a bordo dell'aereo. Intanto emergono delle novità in merito alla matrice che ha cagionato il disastro aereo e aleggia sempre di più il sospetto che possa esserci dietro un'azione terroristica. Purtroppo sempre secondo le stessi fonti, è troppo presto per poter trarre delle conclusioni sulle ragioni della tragedia costata la vita a tutte le 66 persone che si trovavano sull'aereo. Prime immagini diffuse dalle forze armate egiziane mostrano lamiere contorte, pezzi di sedile, un giubbotto di salvataggio giallo ma soprattutto una scarpa da ginnastica e una borsetta da donna bianche, uno scialle blu, pezzi di vestiti e anche una borsa di tessuto sul rosa: la farfalla che ci è ricamata sopra suggerisce che serviva a uno dei due "neonati", segnalati da Egyptair fra le vittime.