Con Home la ricerca Google sbarca nelle nostre case

Con Home la ricerca Google sbarca nelle nostre case

E' sbagliato però associare Google Allo a Whatsapp, nonostante abbia diverse funzioni in comune (ha anche l'invio di messaggi vocali, ad esempio), perché l'app di Mountain View aggiunge delle feature che potrebbero fare la differenza.

Pichai ha anche sottolineato i progressi di Google nel campo del riconoscimento vocale e per immagini e snocciolato numeri: un quinto delle ricerche negli Usa sono fatte a voce dagli utenti. - AndroidWorld.it: Domani è l'8 maggio e, da bravi figli, non vi dimenticherete di fare gli auguri alla vostra mamma (vale anche la nonna!): non sono necessari fiori (niente mimosa: quella si regalava due mesi fa), ma basta farvi sentire; e Hangouts vi fornisce un. Studiato nel dettaglio ed assemblato con cura, questo dispositivo presenta un solo tasto fisico, dedicato all'attivazione del microfono, e mostra un gioco di led che vede i colori di Google ruotare e lampeggiare. In questo caso la sfida è invece agli assistenti virtuali concorrenti, Siri e Cortana.

Partiamo da Allo, descritta da Google come una nuova applicazione di messaggistica istantanea basata sul numero di telefono dell'utente e che, attraverso la tecnologia di machine learning permette di compiere azioni semplici attraverso i comandi vocali. Dove vanno a finire tutti i dati registrati da Google Home?

Ad esempio, coloro che possiedono il termostato smart Nest, potranno chiedere a Google Home di accendere le luci in una camera e molto altro ancora. Personalmente tendo ad essere ottimista e fiduciosa, vedendo in progetti come Google Home il frutto del progresso e della ricerca che, giorno dopo giorno, migliorerà la nostra vita e cambierà il mondo. Questa funzione si chiama "Knock Knock". L'assistente Google puo' dunque essere utilizzato nelle chat, sia private sia di gruppo, e dal momento che capisce ciò che l'utente dice risponde alle domande di informazioni come gli impegni in agenda o le foto dell'ultimo viaggio. Google Home è un piccolo altoparlante Wi-Fi dotato di una serie di microfoni sempre attivi per ricevere le richieste degli utenti, anche da una stanza all'altra.

Google Home sarà disponibile entro fine 2016, mentre Allo sarà disponibile per iOS e Android questa estate.