Telecom, è Flavio Cattaneo il nuovo amministratore delegato

Telecom, è Flavio Cattaneo il nuovo amministratore delegato

La nota ufficiale di Telecom è, come sempre avviene in questi casi fredda, ma era stato IL VELINO, per primo addirittura il 19 marzo scorso ad anticipare prepotentemente la nomina, con un editoriale della nostra agenzia, che non si limitava solo ad anticipare il nome dell'AD, ma che non aveva avuto bisogno di passare per alcuna "rosa".

Il Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia si è riunito oggi sotto la presidenza di Giuseppe Recchi e - condivise le considerazioni del Comitato Nomine e Remunerazione - ha nominato Flavio Cattaneo Amministratore Delegato, conferendogli deleghe esecutive. Da novembre 2005 a maggio 2014 Flavio Cattaneo è stato Amministratore Delegato di Terna S.p.A. E' stato a.d. di Ntv la società di Trasporto ferroviario nel 2015, consigliere indipendente di generali e di telecom nel 2014. Cattaneo e' noto anche alle cronache rosa per essere il marito dell’attrice Sabrina Ferilli.

A Cattaneo sono state invece conferite le responsabilità del governo complessivo della società, quindi di definire, proporre al cda e attuare i piani strategici, industriali e finanziari, nonchè tutte le responsabilità organizzative per garantire la gestione e lo sviluppo del business in Italia e in Sud America.

Dopo Rai, Terna e Ntv un'altra poltrona di prestigio per Cattaneo, il cui esordio da Ad di Telecom è atteso nel board convocato per il prossimo 12 aprile a Venezia, quando è in programma lo strategy day del gruppo. Ma una tale scelta avrebbe significato un'occupazione plateale della società controllata da Vivendi e a monte dal finanziere bretone Vincent Bollorè.

Un accordo in vista con Berlusconi? Spetterà infatti a lui gestire i diversi dossier sul tavolo: dalla vendita delle torri Inwit al futuro della controllata brasiliana Tim Brasil, passando per il taglio dei costi chiesto da Vivendi, che pare voglia una sforbiciata da un miliardo di euro in tre anni rispetto ai 600 milioni preventivati nel piano strategico firmato Patuano.