Telecom: Bolloré, se vogliono entrare in tanti significa che è posto giusto

Telecom: Bolloré, se vogliono entrare in tanti significa che è posto giusto

A proposito della partecipazione in Telecom Italia, de Puyfontaine ha ribadito che si tratta di un investimento a lungo termine: "Gli operatori telefonici sono partner imprescindibili per distribuire e monetizzare i nostri contenuti", ha detto.

"Per noi, chiaramente, è molto utile per il nostro futuro essere presente in un'Italia che sta facendo grandi progressi". "Investiamo da oltre 20 anni e continuiamo i nostri investimenti" ha aggiunto, dribblando però le domande su possibili ulteriori investimenti. È questo il progetto alla base degli accordi con Mediaset e con Telecom Italia, discusso durante l'assemblea degli azionisti di Vivendi, nella quale il presidente Vincent Bollorè (nella foto) e l'ad Arnaud de Puyfontaine hanno parlato dell'obiettivo di diventare "un campione dei media" e "la casa di tutti i talenti", mantenendo il focus sull'Europa del Sud, "mercato prioritario" per gli investimenti. L'unione di intenti tra Vivendi e Mediaset ha tra i principali obiettivi quello di dare vita a un gruppo dei contenuti video che sia in grado di contenere lo strapotere delle due big anglosassoni Netflix, leader nelle serie tv, e Sky.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Parigi, 21 apr - "Non darei affatto per scontato che Mediaset Premium continuera' a perdere".