Moto GP: Rossi è il re di Spagna, Valentino domina a Jerez

Moto GP: Rossi è il re di Spagna, Valentino domina a Jerez

Dal secondo e dal terzo posto partiranno gli spagnoli Jorge Lorenzo e Marc Marquez, che guidano rispettivamente una Yamaha e una Honda.

Ricordiamo che i primi due piloti accederanno alle Q2, dove dodici piloti si contenderanno la pole position. Dietro di loro c'è Dani Pedrosa con la Honda, seguito da Aleix Espargaro e Maverick Vinales. Ecco tutte le dichiarazioni a caldo dopo le qualifiche di Jerez de la Frontera. Tutti hanno lamentato un posteriore scivoloso a fine gara, solo Vale è felice della sua 113° vittoria in carriera, raggiunta in solitaria dal primo fino all'ultimo dei 27 giri totali. Secondo è il compagno di squadra Jorge Lorenzo, mentre sale sul terzo gradino del podio Marc Marquez. L'anno scorso qui ha vinto Lorenzo, davanti a Marquez e Rossi. Primo nelle qualifiche, primo dal primo giro, primo al momento di tagliare il traguardo, insomma assolutamente primo: Valentino Rossi ha dominato il Gran Premio di Spagna, sul difficile circuito di Jerez, in sella alla sua Yamaha numero 46. Grande partenza, sono riuscito subito ad essere veloce. Andrea è talmente sfigato che se doveste mai incontrarlo in un bar di Forlì, seguitelo: se lo vedete comprare un GrattaeVinci, investite qualche euro e potatevi a casa quello immediatamente prima e quello immediatamente dopo. Cara lei, guardi che questa pole di Valentino è qualcosa di straordinario, di rarissimo, se non davvero inedito nel mondo agonistico internazionale.

Casco rosso di Smith, che si porta al comando. "Fin dall'inizio ho capito che il feeling con la moto non era come ieri, ma ci ho provato, ho spinto dietro Lorenzo, ma quando ho visto che slittavo ho deciso di accontentarmi dei 16 punti per la classifica del mondiale". "È stata una buona giornata - ha commentato il maiorchino - anche con alcune complicazioni iniziali perché le sensazioni in pista erano diverse dal solito".

La gara di MotoGP Spagna sarà trasmessa in diretta su Sky che ha reso disponibile Sky Go per lo streaming con un'app, che offre la possibilità di vedere le partite live su cellulari e tablet Android, oltre che su iPhone e iPad.

"Le cose importanti -continua Rossi - saranno i primi giri, con Lorenzo che lì è fortissimo; ma poi, nella seconda parte della gara, conterà anche mantenere il passo".