Italiani e paradisi fiscali: Montezemolo tra i nomi noti dei Panama Papers

Italiani e paradisi fiscali: Montezemolo tra i nomi noti dei Panama Papers

Nella lunga lista di nomi "Panama Papers" non poteva mancare il calcio: ci sono personaggi del calibro di Lionel Messi, il più celebre calciatore del mondo, che si è rivolto allo studio legale panamense per creare una società, la Mega Star Enterprises Inc. Più di undici milioni di documenti trapelati dallo studio legale Mossack Fonseca sono stati analizzati da 400 giornalisti di vari paesi che hanno ricostruito i meccanismi usati da politici e imprenditori per dirottare le loro ricchezze verso aziende di comodo, per riciclare denaro ed evadere le tasse. Coinvolti anche il presidente ucraino Petro Poroshenko, il re dell'Arabia Saudita Salman bin Abdulaziz Al Saud, il sovrano del Marocco Mohammed VI, la famiglia del presidente dell'Azerbaigian Ilham Aliyev, il primo ministro dell'Islanda Sigmundur Gunnlaugsson, i familiari del leader cinese Xi Jinping e il presidente dell'Argentina Mauricio Macri.

Nelle carte salta fuori il nome del presidente russo Vladimir Putin, il pallone d'oro Leo Messi, l'attore Jackie Chan. Come evidenziato dall'Espresso, i file "offrono un resoconto inedito sulla gestione di grandi flussi di denaro attraverso il sistema finanziario globale, soldi che a volte sono il frutto dell'evasione fiscale, della corruzione o anche del crimine organizzato". Tra i nomi spiccano quelli di Luca Cordero di Montezemolo, Marcello Dell'Utri, e del pilota Jarno Trulli, ma anche delle banche Ubi e Unicredit. Sospetti che peraltro il Cremlino respinge come una montatura, assicurando che la Mosca ha i mezzi per difendere in sede legale la reputazione di Putin.

7293028724_0eb81d28a1_c
Anche italiani coinvolti in questa enorme mole di dati venuta alla luce

307 - i giornalisti di tutto il mondo che si sono occupati dell'inchiesta riuniti nell'International Consortium of Investigative Journalists. Tutto questo è contenuto in milioni di documenti fatti trapelare sui media internazionali, già battezzati Panama Paper.

76 - i Paesi dai quali provengono i reporter. E poi decine di migliaia di clienti, cittadini di 200 Paesi diversi, tra cui politici, uomini di spettacolo, imprenditori, sportivi. Ma a tal proposito l'Irish Times per ora si limita ad indicare "Internazionale Milano" come una delle società presenti. Si sarebbero rivolti allo studio Mossack Fonseca per aprire società offshore. I documenti fanno riferimento a trentotto anni, dal 1977 all'anno scorso.