Hawking: sonda spaziale per visitare Alpha Centauri

Primo investimento nell'iniziativa, battezzata "Breakthrough Starshot", cento milioni di dollari. Prima o poi dobbiamo guardare alle stelle.

A scuola, al telegiornale, in un documentario scientifico, chi non ha mai sentito nella propria vita dell'esistenza di Alpha Centauri? A quel punto, ognuna inizierà a navigare nello spazio grazie a raggi laser inviati dalla Terra che accelereranno la velocità progressivamente fino a raggiungere il 20% della velocità della luce.

Vele spaziali: Breakthrough Starshot raggiungerà Alpha Centauri in 20 anni.

Breakthrough Starshot è il nome del programma che si basa sull'idea della vela solare, nota da tempo e basata sulla possibilità di viaggiare nello spazio senza motori, ma utilizzando la luce come forma di propulsione. Un viaggio impossibile per qualsiasi essere umano, ma pure per le attuali missioni nel cosmo: la navetta spaziale finora più veloce, la sonda New Horizons, ha volato verso Plutone l'anno scorso a circa 33 mila miglia l'ora. "Questo progetto porta l'approccio della Silicon Valley al viaggio spaziale, capitalizzando sui progressi esponenziali in certe aree della tecnologia registrati sin dall'inizio del XXI secolo", si legge sul sito web dell'iniziativa. A capo del progetto c'è Pete Worden, ex direttore del centro di ricerca AMES della NASA, e vede il coinvolgimento di una ventina di scienziati di tutto il mondo compreso un italiano, Giancarlo Genta del politecnico di Torino. Il progetto di raggiungere un'altra stella è altresì un'idea che suona stravagante, ma le tecnologie hanno fatto passi da gigante.

Il carisma del magnate russo ha creato i presupposti per coinvolgere nel suo progetto scienziati di chiarissima fama come Stephen Hawkins (astrofisico britannico), che a proposito del progetto ha dichiarato: "La Terra è un luogo magnifico, ma potrebbe non durare per sempre". Difficile sarà, oltre a miniaturizzare l'astronave, creare telecamere della dimensione di uno spillo, strumenti e sensori in grado di stare in un chip, sviluppare una vela solare abbastanza forte da resistere alla spinta di un potente laser per diversi minuti e trovare il modo di far trasmettere alle nanoastronavi immagini e informazioni del nuovo sistema solare fino alla Terra.

Per far giungere questi dati sul nostro pianeta, una volta raggiunta Alphna Centauri, ci vorranno altri 4 anni. La storia umana è fatta di grandi salti e oggi ci prepariamo a farne un altro: "verso le stelle".

Il progetto in totale potrebbe costare 10 miliardi e la creazione di un proof of concept dovrebbe richiedere 100 milioni. Nato nell'Unione sovietica nel 1961, Milner ricorda che l'interesse per la fisica è cominciato grazie al rapporto con un amico di famiglia quando aveva 12 anni.