Giornata nazionale per la salute della donna: visite gratuite in tutta Italia

Giornata nazionale per la salute della donna: visite gratuite in tutta Italia

Venerdì, dalle 15 in poi, "Salute per il Veneto srl" ha organizzato un convegno dedicato ai medici chirurghi di tutte le discipline presso la Sala polivalente in via Diego Valeri 17 a Padova. Questa crescente consapevolezza deve trasformarsi in stimolo al potenziamento dell'accesso alle cure, all'educazione, alla prevenzione.

Una società moderna, evoluta ed equa è consapevole del ruolo protagonista della donna nel contesto sociale, nel lavoro, nella cultura, e nella sua capacità di accoglienza del bisogno. Questa è quindi un'occasione per sensibilizzare le donne, con la campagna di informazione "Stop alle Fratture", dato che in Italia colpisce 3,5 milioni di donne. L'evento, sarà inoltre trasmesso in diretta streaming sul portale del Ministero per dare la possibilità di essere consultato anche da tutte le donne italiane interessate all'argomento. La giornata nazionale della salute della donna è stata istituita con un provvedimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri nellanno 2015.

Il Manifesto, firmato dal ministro, è stato letto alla platea dall'attrice Claudia Gerini e sarà la base su cui costruire le iniziative dei prossimi cinque anni "con il contributo di tutte le forze del servizio sanitario nazionale".

"E' importante e fondamentale che il Consiglio regionale aderisca alla Giornata nazionale - ha dichiarato la Vice Presidente Sara Valmaggi -.E' un'occasione per impegnare ancora di più Regione Lombardia nell'azione a sostegno dalla salute delle donne, soprattutto nella prevenzione". Giulio Maira, Presidente della Fondazione Athena Onlus, ente promotore della Giornata e della richiesta di emissione.

Uno dei temi affrontati è stato quello della scarsa presenza femminile negli studi per la messa a punto di nuovi farmaci. Sempre in ambito oncologico, ha concluso, "sono in atto studi tarati sul genere femminile che dovrebbero consentire la messa a punto di molecole per l'immunoterapia nel melanoma e nel tumore del polmone". Le cellule del sangue, le ossa e l'apparato riproduttivo sono i "bersagli" della celiachia al femminile: le donne che non tollerano il glutine e non si sottopongono a una dieta di esclusione in un caso su due soffrono di anemia, hanno fratture più spesso e prima rispetto alle altre, se sono riuscite ad avere una gravidanza, hanno un rischio dieci volte più alto di aborto spontaneo, ritardo di crescita intrauterina, prematurità. Una delle aree interessate è quella delle malattie respiratorie. Gli esperti si occuperanno della diagnosi tempestiva dei tumori della mammella in donne presunte sane. Aumentano l'infertilità e i disturbi dell'alimentazione. Il volume affronta la tematica dai diversi punti di vista tenendo conto delle peculiarità del nostro sistema-paese, delle varie specialità mediche interessate e delle possibili ricadute per il cittadino, tenuto conto che già l'Organizzazione mondiale della sanità indica il genere come elemento portante per la promozione della salute finalizzata a sviluppare approcci terapeutici diversificati per le donne e per gli uomini. Si parlerà in particolare della "Salute della donna e del bambino" e della "Prevenzione delle patologie vascolari della donna".