Facebook indicizza gli articoli in base ai tempi di lettura

Facebook indicizza gli articoli in base ai tempi di lettura

Per questo motivo a partire da oggi sarà disponibile il nuovo algoritmo per il News Feed di Facebook che darà maggiore visibilità a tutte quelle notizie su cui gli utenti passano maggior tempo e che quindi vengono classificate come più interessanti. Da questi feedback la società ha appreso che le azioni che le persone compiono su Facebook - like, clic, commenti o la condivisione di un post - non sempre dicono tutto di ciò che è più significativo per loro, riuscendo, ad esempio, a scoprire che ci sono storie a cui le persone non mettono il 'mi piace' o non lasciano un commento ma che ancora vogliono vedere, come ad esempio articoli su una notizia di attualità, o una triste notizia da un amico. La lunghezza del post sarà comunque tenuta in considerazione. Questa modifica all'algoritmo terrà conto della possibilità che l'utente clicchi su di un contenuto e dell'eventuale tempo che passerà a leggerlo.

Facebook sostiene che l'aggiornamento non avrà impatti significativi sulle pagine. Facebook spiega di non contare il tempo di caricamento di una notizia, ma "prendiamo in considerazione il tempo trascorso per la lettura una volta che il contenuto è completamente caricato.".

Secondo il 'NYT', nel mondo on line "gli editori hanno dovuto affrontare numerose sfide negli ultimi anni" ma "ora sono consapevoli che è avvenuto qualcosa di più profondo: il passaggio da un Internet di siti a un Internet di App e piattaforme social, Facebook in particolare".

Già l'introduzione di Instant Articles fu un bel passo avanti nell'inondare la timeline di contenuti interessanti: grazie ad accordi con diversi editori, il Newsfeed di Facebook si popolò di notizie fresche e di qualità che potevano essere fruite direttamente nel social senza la necessità di chiuderlo e di passare ad un sito d'informazione.

L'algoritmo di Facebook è di nuovo cambiato, assieme al futuro del social network.

Quali ripercussioni avranno le pagine degli utenti? .

Un'altra novità riguarderà la varietà di fonti per i contenuti che aumenterà.