Cosa significa Riina Jr in TV, secondo Saviano

Cosa significa Riina Jr in TV, secondo Saviano

"La cosa tremenda, e Giovanni si sarebbe arrabbiato tantissimo, è che si è permesso ad un delinquente figlio di delinquente di dare dei segnali tremendi: e questo Vespa non lo doveva fare". È durissimo il giudizio di Maria Falcone sull'intervista di Salvo Riina a 'Porta a porta'. Così come le cinque domande che Vespa non ha fatto, pubblicate da Meridionews. La Mondadori fa sapere di non trattare la piccola casa editrice Anordest, che ha dato alle stampe il volume, quindi non si pone il problema, mentre la Giunti dice che non lo ordinerà, ricevendo il plauso di due turisti presenti nello store, "Fate bene, ci vuole moralità", commentano. Roberto Saviano interpreta le parole del figlio di Riina come un apertura verso la dissociazione, inteso come istituto giuridico nato contro il terrorismo politico; un'apertura che consentirebbe di dichiarare le proprie responsabilità senza fare nomi di altri permettendo così all'organizzazione di continuare ad andare avanti. Ma questo io credo che lei se l'aspettasse anche, ecco forse non poteva immaginare che i trend topic su Twitter avrebbero smosso anche i vertici della Rai, alcuni dei quali mi risulta avrebbero stigmatizzato la sua intervista con una presa di distanza affidata ai principali organi di informazione, lasciandola nell'imbarazzante condizione di dover scrivere una lettera al Direttore del Corriere per motivare la sua scelta. Ma questo è un altro discorso. "L'esposizione mediatica è sempre un pericolo perché attiri l'attenzione".

"Noi in commissione di vigilanza abbiamo convocato per mercoledì prossimo il direttore di Raiuno Fabiani e il direttore Verdelli, nuovo responsabile dell'offerta informativa che sembra abbia dato l'ok finale a tutta l'operazione". Serve innanzitutto competenza, una competenza che sta sparendo. Sono arrivate tante telefonate ed email di complimenti ma non solo, è capitato anche che diverse persone si siano fermate e siano entrate in libreria ad approvare il nostro gesto. Dopo la sua cattura - racconta Grasso - moltissimi giovani siciliani chiesero di poter coltivare i terreni confiscati alla mafia'.

Approfittando del momento di grande debolezza dell'antimafia, dei tentativi di delegittimazione della funzione delle associazioni antimafia, intellettuali alla moda ci spiegano, in ampi spazi a loro dedicati dai media, che si devono rivedere gli atteggiamenti di questi ultimi venti anni. A queste parole il suo sguardo divento' estremamente serio, fisso.

Grazie per aver letto fino a qui, non voglio sostituirmi al Direttore del Corriere, vedrà che magari domani risponde. "Non avendo egli ottemperato agli obblighi contrattuali da lui sottoscritti con l'autore il mio legale ha avviato la procedura per giungere in tempi brevi al blocco dei suoi conti correnti". Disse proprio 'ruolo', con buona proprieta' di linguaggio. Perché esiste qualcosa che disgusta ancor di più del mutismo e dei messaggi criminali avallati dai silenzi del conduttore: è la combinazione mortale tra informazione e propaganda.