Bergamo, morti sospette all'ospedale di Piario. Valium nei corpi

Bergamo, morti sospette all'ospedale di Piario. Valium nei corpi

Tracce di Valium sono state trovate nei corpi di cinque pazienti deceduti nel reparto di Medicina dell'ospedale di Piario, in provincia di Bergamo. Morte naturale o omicidi? I corpi a cui è stata sottoposta l'autopsia avevano presenze di Valium: medicinale che non doveva essere assolutamente somministrato e che potrebbe proprio essere la causa delle morti.

Il risultato è emerso dalle autopsie eseguite lo scorso febbraio. Saranno prelevati dei campioni di tessuti e liquidi che saranno analizzati per accertarsi o meno della presenza del farmaco. Esami importanti ai fini dell'inchiesta che vede come principale indagata, da fine dicembre, l'infermiera Anna Rinelli, 43 anni di Piario, accusata di omicidio preterintenzionale, ma anche la sua caposala Paola Bosio, 53 anni di Oneta, il primario della Medicina Sergio Lazzaroni, 65 anni di Carobbio degli Angeli e altri otto medici del reparto. Le dosi eccessive del tranquillante avrebbero poi provocato la morte dei pazienti.